Comune di Sant'Urbano

Storia e Territorio

Comune di Sant'Urbano

Stato: Italia
Regione: Veneto
Provincia: Padova
Coordinate: 45°8′0″N 11°39′0″E
Altitudine: 9 m s.l.m.
Superficie: 31,84 km²
Abitanti: 2.159 (dato del 2007)
Densità: 67,80 ab./km²
Frazioni: Balduina, Ca' Morosini, Carmignano
Comuni contigui: Barbona, Granze, Lendinara (RO), Lusia (RO), Piacenza d'Adige, Vescovana, Vighizzolo d'Este, Villa Estense
CAP: 35040
Codice ISTAT: 028084
Codice Catasto: I375 
Nome abitanti: santurbanesi
 
 
Il comune di Sant'Urbano è situato nella regione Veneto in provincia di Padova. Le sue origini sono molto antiche, verosimilmente paleovenete.
 
SANT’URBANO, TRA STORIA E NATURA
 
Tra le province di Rovigo e Padova, a ridosso dell’Adige, si estende il Comune di Sant’Urbano, un crocevia di differenti culture, influenze e molteplici legami, avvertiti con singolare intensità. Ricchissima è la sua storia, testimoniata da numerosi reperti che risalgono al neolitico sino all’epoca romana. Un’importante evoluzione si ebbe nel 1500 con i Veneziani che bonificarono i terreni paludosi con una notevole spinta all’agricoltura. Il legame tra uomo e natura qui, nel Comune di Sant’Urbano, non si è mai spezzato: gli insediamenti urbani sono diffusi, strutturati in piccole dimensioni, senza grandi arterie che altererebbero l’ambiente circostante. La campagna è il fiore all’occhiello di questo territorio: rispettata, curata e coltivata con passione da sempre! Al limite della frazione di Carmignano si estende l’oasi del Bosco dei Lavacci, un grande spazio verde, ricco di tranquillità, piante ed animali. L’ambito dei Lavacci, altrimenti conosciuto come “Bacino Valgrande”, deriva dal vasto complesso di paludi, laghi e terre semisommerse che un tempo si estendeva tra le province di Verona e Padova fino alle foci dell’Adige. Numerosissime sono le testimonianze del passato, documentate attraverso opere d’arte, ville di notevolissimo pregio (come Villa Nani Loredan), architettura rurale e cristiana. Questo significativo patrimonio ha costituito la base per un’apertura verso l’arte contemporanea riscontrabile in numerose opere monumentali. Particolarmente vitale, il Comune di Sant’Urbano propone a cadenza annuale “Sant’Urbano nella natura”, ovvero tre week-end all’insegna dell’ambiente e della natura, nel periodo maggio/giugno. A luglio/agosto il Teatro è il protagonista dell’estate e con la rassegna Note d’Autunno (novembre/dicembre), tanti concerti e spettacoli.