Comune di Sant'Urbano

Centro Infanzia l'Albero


IL CENTRO PREVEDE LA SEZIONE NIDO (BAMBINI DA 3 A 36 MESI) E LA SEZIONE SCUOLA DELL'INFANZIA (BAMBINI DA 30 MESI A 6 ANNI).
CONSULTA IL REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CENTRO INFANZIA E LA MODULISTICA PER L'ISCRIZIONE.
ATTENZIONE! PER I BAMBINI RESIDENTI CHE SI ISCRIVONO AL NIDO SONO PREVISTE IMPORTANTI AGEVOLAZIONI TARIFFARIE SECONDO QUANTO PREVISTO DAL NUOVO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL BONUS BEBE' (CONSULTA ALLEGATO)
Informazioni e contatti
Dott.ssa Rossella Montaquila lunedì/mercoledì/venerdì ore 9.00-13.00 tel. 0429-96023 fax 0429-96272 e-mail r.montaquila@comune.santurbano.pd.it


INFORMAZIONI SULLA STRUTTURA:
DESCRIZIONE DELL’AREA.

L’area di via Ca’ Nove a Sant’Urbano, scelta per la nuova costruzione della scuola dell'infanzia e nido, è costituita da una porzione inedificata della zona per l’istruzione ed il tempo libero, già da tempo individuata dall’Amministrazione comunale e oggetto di precedenti concorsi di idee, dove sono stati definiti i criteri edificatori e dove attualmente sorgono edifici a fini scolastici e sportivi, in particolare: la scuola elementare, la scuola media, la mensa, la palestra, l’impianto natatorio, aree verdi e parcheggi, questi ultimi calcolati e sufficienti anche per il nuovo fabbricato in corso di ultimazione.
L’area, come tutto il territorio comunale di Sant’Urbano, è in zona pianeggiante, in località aperta, soleggiata ed alberata, lontana da strade di grande traffico da industrie rumorose e da attrezzature urbane che possano arrecare danno o disagio all’attività della scuola stessa.
L’ampiezza dell’area è tale da aver consentito di realizzare la costruzione di un edificio scolastico di grande respiro, in grado di garantire anche successive trasformazioni ed ampliamenti che dovessero rendersi necessari al fine di adeguare il fabbricato ad ulteriori esigenze di ordine didattico.
Il raggiungimento dell’area è garantito con mezzi di trasporto scolastico pubblici, dato che gli alunni della scuola per l’infanzia non sono autonomi nella percorrenza dalle rispettive residenze.

DESCRIZIONE DELL'EDIFICIO.

La scelta naturale è stata quella di pensare ad un edificio da porre sulla direttrice est-ovest, parallelo al lato nord del giardino esistente in modo da creare una “quinta” che insieme alle costruzioni esistenti sul lato est (scuola elementare e mensa) e sul lato sud (scuola media) completi l’inquadramento spaziale dell’area verde del giardino che diventa, in questo modo, elemento centrale della composizione architettonica, con l’ottenimento di un gradevole effetto scenografico.
Per la scuola dell’infanzia, materna e nido, è stata scelta la tipologia a sezioni distinte, in particolare, per la scuola materna, n. 2 sezioni in grado di ospitare un massimo di 28 alunni ciascuna, ed il nido dimensionato per un numero massimo di 25 bambini.
Il collegamento fra scuola materna e nido è costituito da un ampio spazio  destintato ad atrio di ingresso comune e refettorio, dotato di portico di accesso ed aperto anche a nord sull’area verde comune, pensato sia come spazio di aggregazione per gli  alunni, sia come sala dove si possono svolgere riunioni ed eventi di vario genere.
La scelta è dovuta, oltre a motivi architettonici di inserimento dell'edificio nel contesto, soprattutto alla validità dell’organizzazione spaziale e didattica per sezioni, ribadita dai nuovi orientamenti educativi dato che essa “garantisce la continuità dei rapporti fra adulti e bambini e fra coetanei, evita i disagi affettivi causati da frequenti ed improvvisi cambiamenti, facilita i processi di identificazione, consente progetti educativi mirati a favorire la predisposizione coerente di spazi, ambienti e materiali.
Le sezioni della scuola dell'infanzia sono disposte in batteria con sviluppo lineare, costituite da ampie aule dotate di spogliatoi, fontanelle e lavabi e servizi igienici ed ampio ripostiglio.
L’aula ha con una superficie di ben circa 110 mq, potrà essere organizzata per aree funzionali divisibile con pareti mobili per separare le attività rumorose, organizzabile per angoli o fuochi di attività a seconda della età dei bambini e delle esigenze didattiche.
Il lato sud di ogni aula si apre completamente sullo spazio verde esterno con una parete vetrata, protetta da un portico che impedisce ai raggi solari di entrare direttamente, nei periodi di maggiore insolazione.
L'edificio è semplice e chiaro anche dal punto di vista
 istributivo: un unico corridoio della larghezza di m 2,50, collegato all’atrio di ingresso, conduce sia alle sezioni sia ai locali accessori e di servizio posti sul lato nord del fabbricato.
Il corridoio, i servizi igienici e gli spogliatoi delle sezioni, ricevono luce ed aria naturali per mezzo di “patii” vetrati che contribuiscono anche a dare qualità allo spazio distributivo.
Per quanto riguarda la somministrazione dei pasti è stato previsto uno spazio scaldavivande dotato di accesso indipendente dall’esterno, direttamente collegato al refettorio, dove, in orari diversi, verranno consumati i pasti dai bambini dell’asilo nido e della scuola dell'infanzia.
Lo scaldavivande sarà utilizzato per riscaldare con fornelli ad energia elettrica il latte, le bevande e gli alimenti per i bambini del nido e come locale di appoggio per i bambini della scuola dell'infanzia che, invece, usufruiranno dei pasti cucinati dall'attiguo Centro Cottura.
Particolare attenzione è data alla fruibilità di tutte le parti della scuola dell'infanzia ed asilo nido affinché nel rispetto di quanto previsto dalle leggi vigenti in materia di superamento delle barriere architettoniche il fabbricato risulti accessibile anche a persone con ridotta  capacità motoria.
L’edificio nel suo complesso è stato concepito come un organismo architettonico omogeneo e non come una semplice addizione di elementi spaziali, contribuendo così allo sviluppo della sensibilità dell’allievo e diventando esso stesso strumento di comunicazione e quindi di conoscenza per chi lo usa.
CONSULTA LE VEDUTE PROSPETTICHE ALLEGATE